Rubriche - Matrimonio Civile Puglia: Il matrimonio in Puglia, una solennità che non tramonta mai!

setQuery($catsload); $allcats = $database->loadObjectList(); $firstitem[] = mosHTML::makeOption( '0', $first); $allcats = array_merge($firstitem, $allcats); $catselect = mosHTML::selectList( $allcats, 'catid', $show.' size="1" class="inputbox" ', 'value', 'text', mosGetParam( $_GET, 'catid' ) ); */ $query = "SELECT t1.catid, t1.name, t2.parentid FROM #__sobi2_categories AS t1 LEFT JOIN #__sobi2_cats_relations AS t2 USING(catid) WHERE catid > 1 ORDER BY parentid, ordering"; $database->setQuery($query); $cats = Array(); foreach($database->loadObjectList() as $k => $v) { $parent = $v->parentid; $id = $v->catid; $name = $v->name; if($parent == 1) $cats[$id] = Array('name' => $name, 'sub' => Array()); else $cats[$parent]['sub'][$id] = Array('name' => $name); } $x = 1; foreach($cats as $k => $v) { $name = $v['name']; $sub = $v['sub']; if($x > 1) echo "\n"; echo "
    "; echo "
  • $name
  • "; foreach($sub as $k2 => $v2) { $name2 = $v2['name']; $link = "index.php?option=com_sobi2&Itemid=2&sobi2Task=mySearch&catid=$k2"; $link = sefRelToAbs($link); echo "
  • $name2
  • "; } $x++; } echo "
"; ?>
Documenti Matrimonio Civile E-mail

La celebrazione del matrimonio civile deve essere preceduta dalla “pubblicazione” fatta a cura dell’Ufficiale di Stato Civile e consiste nell’affissione di un atto dove si indicano le generalità futuri coniugi e il luogo dove intendono contrarre matrimonio.

 

La richiesta di Pubblicazioni è presentata in uno dei due Comuni di residenza dei futuri sposi, alla presenza di almeno uno dei due nubendi o da un'altra persona munita di procura speciale (non è più richiesta la presenza di un genitore e dei testimoni).

 

I nubendi dovranno dichiarare:

 

  • Nome, cognome, luogo e data di nascita (per contrarre matrimonio occorre essere maggiorenni. I minorenni posso chiedere di sposarsi previo decreto dell’autorità giudiziaria)
  • Residenza e Cittadinanza
  • Libertà di stato, cioè di non essere vincolati da precedente matrimonio (es. divorziati, vedovi, nullità del precedente matrimonio) ex art. 86 c.c.
  • (solo per la donna) Che il precedente matrimonio è sciolto da almeno 300 giorni ex art. 89 c.c., cd. divieto temporaneo di nuove nozze
  • Assenza di impedimenti di parentela, affinità, adozione o affiliazione ex art. 87 c.c.
  • Assenza di una dichiarazione di interdizione per infermità di mente ex art. 85 c.c.
  • Di non avere una condanna per omicidio consumato o tentato sul coniuge dell’altro sposo ex art. 88 c.c.


La documentazione necessaria (Estratto dell’atto di nascita, Stato Civile, Certificato di Residenza e Cittadinanza) per la verifica della veridicità delle dichiarazioni rese viene acquisita d’ufficio presso i comuni di nascita e di residenza.

 

Verificata la veridicità delle dichiarazioni, l’Ufficiale di Stato Civile espone l’Atto di Pubblicazione per 8 giorni. Quando uno degli sposi è residente in un altro Comune, l’Ufficiale di Stato Civile si preoccuperà di richiedere la pubblicazione anche in detto Comune, che affiggerà le pubblicazioni sempre per 8 giorni interi. Trascorsi questi 8 giorni il comune rilascia il certificato di avvenuta pubblicazione e già dopo 4 giorni potrà essere cebrato il matrimonio nel rito civile.

 

Il rito civile verrà celebrato, dal Sindaco o dall’Ufficiale di Stato Civile delegato il giorno concordato, alla presenza di due testimoni.  Per motivi di necessità o convenienza, il matrimonio civile può essere celebrato anche in un Comune diverso da quello in cui sono state richieste le pubblicazioni. In questo caso, analogamente a quanto già detto, l’Ufficiale di Stato Civile trasmetterà la documentazione agli uffici del Comune scelto per il rito.